DA SYDNEY A MELBOURNE - L'AUSTRALIA IN BICI - 2014

Vota questo articolo
(1 Vota)
Scritto da Martedì, 02 Dicembre 2014 13:50;

1. Da Sydney a Melbourne

Ero pieno di entusiasmo e di ottime ragioni: avrei provato la mia bici nuova fiammante (comprata di corsa due giorni prima di partire) e avrei potuto poi affrontare il giro della Tasmania con il giusto allenamento alle spalle (la distanza Sydney – Melbourne è di quasi 1000km). Dunque mi sono trovato a partire, la mattina del 28 dicembre, alla volta della mia avventura.

Il mio destriero, con il quale è stato amore a prima vista, è una Salsa Fargo, equipaggiata con portapacchi e borse laterali: un kit volutamente leggero ed agile, adatto ad affrontare le salite impegnative della Tasmania. La strada, lungo la costa, mi ha portato nelle prime tappe, di circa 100-110km al giorno, attraverso paesini di mare pieni di vacanzieri australiani (il periodo natalizio è l’equivalente del nostro ferragosto: sono tutti al mare!). Ciò che più mi ha colpito è stato il blu.

Un blu così non l’avevo mai visto. Per non parlare degli animali che ti ritrovi attorno: canguri nei giardini pubblici, wallaby che saltano per le strade e uccelli con un verso più simile a quello delle scimmie urlatrici che a quello di un volatile..

I primi giorni mi sono serviti anche per iniziare a comprendere come sono gli australiani: un popolo dal cuore grande; subito sono stato ospitato da una famiglia con il “nonno” cicloturista: la mia idea di viaggio gli è piaciuta così tanto che mi ha trovato, per le sere successive, amici disposti ad ospitarmi al termine delle tappe che avevo in mente, ed è stato come essere a casa!

Le pedalate non sono state troppo impegnative, nonostante il caldo talvolta soffocante: 110km di dolci colline, spalmati in un giorno intero non sono troppi, se il vento è a favore.. per l’appunto alla terza tappa il vento si è girato e mi ha ridimensionato subito.. riuscire a percorrere 80km al giorno, nei giorni successivi, è stata talvolta una vera impresa!

Il primo di gennaio ho iniziato il tratto di strada più bello e selvaggio, fino a raggiungere il confine New South Wales / Victoria (la cui capitale è appunto Melbourne) attraverso boschi di eucalipto incontaminati e senza alcuna presenza umana: per 3 giorni ho incontrato solo ed esclusivamente canguri, wallaby, wombats, echidna ecc ecc.

Il 3 gennaio ho deciso di prendermi un giorno di pausa: stavo pedalando ininterrottamente da 6 giorni e avevo bisogno di fermarmi. A Lakes Entrance, un piccolo paese sulle rive del lago più grande del Victoria, a circa 300km da Melbourne, mi attendeva Sally, un’amica di una famiglia che mi aveva ospitato qualche giorno prima. Sally mi stava aspettando a bordo del suo motoscafo, con il quale mi è venuta a prelevare al molo. Direzione: l’isola in cui lei è la sola abitante. Non è necessario dire molto di più: praticamente un sogno ad occhi aperti!

Questa sosta mi ha rigenerato e dato le energie necessarie per affrontare le ultime centinaia di km fino a raggiungere i sobborghi di Melbourne, dai quali ho completato il mio viaggio a bordo di un comodo treno con trasporto biciclette. Inutile dire che arrivare sotto i grattacieli della city a bordo della mia bicicletta e contando solo sulle mie forze, dopo aver attraversato un confine di stato, boschi vergini e aver conosciuto persone meravigliose mi ha emozionato tantissimo e mi ha dato la giusta carica per affrontare un’avventura senza eguali.

La Tasmania mi stava già aspettando…

Letto 1667 volte Ultima modifica il Martedì, 02 Dicembre 2014 13:52

Cicloescursionista
 
Classe
 

La ricerca del nuovo, dell'inesplorato, dell'avventura è lo spirito che guida i miei passi da quando sono un ragazzino. La mia grande passione per la natura mi ha sempre portato a misurare le mie forze sulle vette appenniniche e sui picchi alpini, in sella ad una Mountain bike o appeso ad una parete di roccia.
Il mio lavoro mi porta in giro per l'Italia in bici da corsa e l'energia che ho bisogno di scaricare sulle due ruote è talmente tanta che appena posso parto per un nuovo angolo di mondo, dove il mio spirito si arricchisce di nuovi colpi d'occhio, nuove emozioni, nuovi cuori che danno vita al mio entusiasmo.